giovedì 2 gennaio 2014

I "CALCIONETTI" E BUON 2014 A TUTTI!!!CHE SIA UN ANNO PIENO DI SERENITA'

 
Durante il periodo natalizio sono stata super impegnata ,
il blog è rimasto solo soletto. Appena ho potuto sono tornata e desidero mostrarvi cosa ho fatto durante queste feste!!!!
Oggi propongo I CALCIONETTI ,in dialetto C'AGGINITT
sono il dolce tipico che si prepara a Natale dalle mie parti in Abruzzo, precisamente in un piccolo comune sul mare a confine con le Marche , specifico , perchè come succede per molta della gastronomia italiana, in una sola regione i piatti cambiano da zona a zona , per cui se noi ci spingessimo verso l'interno troveremo altre varianti di questa ricetta , o addirittura dolci completamente diversi , tutto ciò caratterizza la ricchezza di sapori e tipicità di tutto il nostro paese , in particolare in occasione delle festività abbiamo una selta vasta e varia!!!Nel mio piccolo proverò a farvi conoscere alcune delle prelibatezze della mia terra!!!
Questi dolcetti sono fatti a forma di raviolo , hanno una sfoglia sottilissima e friabile con un ripieno a base di ceci, si avete capito bene!!!Ingrediente povero , dal sapore neutro, arricchito con cioccolato , cannella, liquore , mandorle o nocciole, caffe', zucchero...
Ogni famiglia ha la sua ricetta , collaudata negli anni , una delle varianti piu'diffuse è quella d'inserire nel ripieno delle castagne bollite e passate , ma quella che vi propongo io è la ricetta più antica , quando appunto le castagne non erano facilmente reperibili a livello del mare!!!Invece le coltivazioni di legumi erano diffuse ...Passiamo ora alla ricetta!!!

 INGREDIENTI PER LA SFOGLIA


INGREDIENTI PER IL RIPIENO



PROCEDIMENTO:
Iniziamo preparando il ripieno cosi' avrà il tempo di rassodare un po'.Volendo si puo' fare anche il giorno 
prima.

1 Con un passaverdure ricaviamo una purea di ceci , io per praticità uso quelli in scatola , se avete tempo potete usare anche i ceci secchi.
2 Tritiamo finemente le nocciole , in alternativa si possono usare anche le mandorle
3 Versiamo ora in una ciotola capiente la purea di ceci , le nocciole , il cioccolato fondente tagliato a pezzettini, il caffè freddo, il liquore, il cacao , la cannella , lo zucchero, la bustina di vanillina , il limone grattugiato;
amalgamiamo il tutto .
4 Il composto ottenuto lo teniamo da parte coperto.

Procediamo con la sfoglia :
5 Dobbiamo lavorare su una tavola di legno per fare la pasta fatta in casa , mettiamo la farina a fontana mettiamo al centro gli ingredienti , il vino , il latte , la vanillina e l'olio a scelta tra quello d'oliva  che avrà un gusto più deciso , oppure di semi più delicato.
6 Iniziamo a mescolare e a incorporare farina dai lati fino ad ottenere un impasto 
7 lavoriamo ora l'impasto fino a farlo diventare morbido ed elastico.
8 Prendiamo il mattarello e tiriamo la pasta di uno spessore di qualche millimetro.

  
9 Arrotoliamo la pasta sul mattarello aiutandoci con un po' di farina , tagliamo una striscia trasversale che poi dividiamo a metà , andiamo avanti fino a esaurire la pasta , posizioniamo ora i rettangoli attenuti su un piano infarinato .
10 Montiamo ora la macchinetta per  stendere la pasta , ci occorre perchè dobbiamo ottenere una sfoglia sottilissima affinche in cottura gonfi e sia croccante.
Stendiamo ogni rettangolo fino ad arrivare all'ultimo punto della rotella della macchinetta.
11 La sfoglia ottenuta la disponiamo davanti a noi nel senso della lunghezza e iniziamo a farcire con dei mucchietti grandi  quanto una nocciola mettendoli all'incirca a metà sfoglia intervallando ogni mucchietto.
12 Finita la striscia di pasta la chiudiamo modi raviolo


13 Con la rotella dentata formiamo dei ravioli che posizioneremo distanziati su dei vassoietti o piano su cui avremo messo uno strofinaccio pulito , avendo una sfoglia sottile non rischieranno di attaccarsi o rompersi
14 Finiamo di farcire tutte le sfoglie  e formiamo i nostri "ravioli" (questa ricetta richiede un bel po' di spazio per essere realizzata).
15-16 Ci prepariamo per la frittura mettendo a scaldare abbondante olio in una padella profonda , ci muniamo di uno scola pasta forato dove metteremo a scolare i calcionetti una volta cotti , e un vassoio con carta per fritti dove asciugarli ulteriormente , preparatene più di uno perchè uno dei segreti per farli rimanere croccanti per più giorni è quello di non sovrapporli , lasciarli freddare in un unico strato.
Ed eccoli pronti da gustare ....


Anche  se  laboriosi da fare ...partecipano anche loro a creare l'atmosfera del natale ,quella che ogniuno ha nel cuore e che è fatta  di tradizioni, ricordi , profumi che ci accompagnano sin dall'infanzia.....

Vi dò  una dritta se non vi piacciono gli ingredienti del ripieno , potete sostituirlo con della  CREMA ALLA NOCCIOLA, sono squisitissimi ..........Tanto sono piaciuti che non sono riuscita a fotografarli!!!
SALUTI STELLINA 
Con questa ricetta partecipo al contest
http://nonna-papera.blogspot.it/2013/11/nuovo-contest-per-natale.html?showComment=1388682343381#c1723789253075167187 

 



2 commenti:

  1. dolce molto particolare il tuo, lo inserisco subito nel contest,
    e complimenti per il blog!!
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! grazie per i complimenti, sono contenta di partecipare!!!
      Daniela

      Elimina